Il numero di italiani che sposano stranieri è in aumento in Italia

 

Un numero crescente di matrimoni in Italia sono tra un coniuge italiano e uno straniero, mentre le cerimonie civili hanno superato per la prima volta i matrimoni in chiesa nel paese cattolico

Il numero di matrimoni in Italia tra italiani e stranieri è ai massimi da dieci anni, secondo i nuovi dati dell’Istat 

Un numero crescente di coppie non italiane sceglie anche di sposarsi nel famoso paese romantico ogni anno, secondo i dati.

Degli oltre 195.000 matrimoni, 33.933 – pari al 17,3 per cento – hanno coinvolto almeno un coniuge straniero.

Il numero totale di matrimoni che coinvolgono “almeno un coniuge straniero” ha raggiunto un picco di quasi 37.000 nel 2008, prima di scendere bruscamente a 25.000. Da allora è cresciuto costantemente e ora è vicino a 34.000

E il matrimonio potrebbe tornare di moda in Italia, poiché il numero totale di matrimoni che si svolgono nel paese è cresciuto lo scorso anno del 2,2% dopo essere diminuito lentamente per anni

Le cifre danno un’istantanea della società italiana nel 2018, dimostrando che l’età media di chi si sposa continua ad aumentare e che le cerimonie civili hanno ora (solo appena) superato i matrimoni in chiesa come l’opzione più popolare in Italia

L’anno scorso, il 50,1% dei matrimoni si è svolto nei municipi, negli uffici del registro o in altri luoghi di cerimonia civile, mentre il 49,9% si è svolto nelle chiese.

Si tratta di un forte aumento dal 2008, quando la percentuale di coppie che optava per il rito civile era del 36,7. Nel 1970, la cifra era solo del 2,3 per cento

Le unioni civili crescono in maniera diffusa ovunque in Italia, mostrano le statistiche, tranne che nel più tradizionale sud del Paese, dove la chiesa rimane la prima scelta

Nel nord Italia, le cerimonie civili ora rappresentano il 63,9 per cento di tutti i matrimoni, mentre nel sud quasi il 70 per cento dei matrimoni si tiene ancora nella chiesa

Le statistiche hanno anche mostrato che il numero di matrimoni tra non italiani, o tra un cittadino italiano e uno straniero, era più alto nelle regioni del nord e del centro rispetto al sud

La regione con il maggior numero di matrimoni con almeno un coniuge non italiano è stata più alta a Bolzano, che confina con l’Austria, e più bassa nella regione meridionale della Puglia

 

Dai risultati emerge che l’età media di chi si sposa in Italia è in aumento: gli sposi hanno in media 33,7 anni mentre le spose sono 31,5 (rispettivamente 1,6 e 2,1 anni in più rispetto al 2008)

Si pensa che ciò sia dovuto al fatto che gli italiani studiano più a lungo, escono di casa più tardi e convivono più di prima

L’aumento del numero di seconde nozze e unioni civili in Italia riflette l’introduzione delle leggi sul “divorzio breve” introdotte nel 2015, che hanno reso più facile porre fine ai matrimoni nel Paese cattolico

In Italia, i divorziati che vogliono risposarsi non possono farlo in chiesa

Nel 2018 in Italia ci sono state 2.808 unioni civili tra coppie dello stesso sesso, quasi tutte registrate nelle città più grandi, e una percentuale molto ridotta nel sud. L’Italia ha iniziato a consentire le unioni civili tra persone dello stesso sesso nel 2016


شاهد أيضا
تعليقات

اترك رد

لن يتم نشر عنوان بريدك الإلكتروني.